Lun - Ven 9.00 - 19.00
Sabato e Domenica Chiuso

Implantologia

Protesi dentale fissa e mobile carico immediato e all on 4 

 

Se un tempo la perdita di denti poteva essere fonte di grande disagio per un paziente, oggi la tecnologia e la ricerca scientifica ci forniscono molti strumenti efficaci per avere una nuova dentatura o sostituire quella malata. Il procedimento più impiegato oggi è l’implantologia, in particolare quella a carico immediato e All on 4 (o All on 6). In molti casi, continuano a rivelarsi altrettanto efficaci anche soluzioni come la protesi dentale, fissa o mobile. Vediamo come funziona ciascuno di questi trattamenti. 

Implantologia: cos’è e come funziona 

L’implantologia dentale consiste nell’innesto di un impianto, ossia di una vite in titanio, direttamente nell’osso, per sostituire la radice naturale di un dente. Su questa vite viene poi fissata la protesi vera e propria, che funge da corona del dente. Anche se può sembrare un intervento invasivo, va tenuto conto del fatto che il titanio è biocompatibile, e dunque si integra perfettamente con l’osso attraverso un processo chiamato osteointegrazione

Gli impianti si dividono in due categorie, in base al procedimento di inserimento della corona protesica. Nell’implantologia dentale a carico differito dopo l’inserimento della vite in titanio si attende un periodo variabile di circa tre mesi per permettere all’impianto di osteointegrarsi nell’osso, al termine del quale si inserisce la protesi dentale. 

Nell’implantologia a carico immediato invece, contemporaneamente all’inserimento della vite nell’osso, viene anche posizionata una protesi provvisoria, che andrà poi sostituita dalla protesi fissa dopo tre o quattro mesi, quando i tessuti interessati si saranno rigenerati. In questo modo l’intervento di implantologia a carico immediato permette al paziente di beneficiare fin dal primo intervento di una nuova dentatura, seppur provvisoria. Un’applicazione ricorrente dell’implantologia a carico immediato è nella tecnica All on Four

All on Four 

Come suggerito dal nome, questa tecnica di implantologia dentale (come detto solitamente a carico immediato) fissa la protesi dell’intera arcata su quattro viti nelle ossa posteriori. A volte sono necessari 6 impianti per fissare meglio la protesi fissa; in questo caso si parla di All on 6. Chi può richiedere una protesi fissa con impianto All on 4? Questa procedura viene impiegata unicamente per i pazienti edentuli, vale a dire soggetti che hanno perso l’intera arcata o i cui denti non sono più sani e vanno dunque rimossi. La All on Four è invece sconsigliata se l’arcata presenta ancora dei denti in salute. Visto che le ossa di questi pazienti sono spesso compromesse, in alcuni casi di intervento All on 4 può essere necessario anche un intervento di rigenerazione ossea mediante l’impiego di biomateriali

Protesi dentale: fissa o mobile? 

L’implantologia dentale è, come abbiamo visto, un trattamento sicuro ed efficace, ormai utilizzato nella maggior parte dei casi di sostituzione di denti. Tuttavia, non sempre le condizioni fisiche del paziente permettono un intervento di impianto, senza contare l’impegno economico. In alternativa all’implantologia dentale, è possibile allora ricorrere a interventi protesici, ossia alla sostituzione di un dente malato con una protesi dentale artificiale, fissa o mobile. Anche in questo caso, le tecniche di nuova generazione permettono di ottenere ottimi risultati anche dalle protesi dentali, grazie all’impiego di materiali resistenti 

e biocompatibili e alla precisa definizione delle dimensioni, tanto per la protesi fissa quanto per la protesi mobile. 

La protesi fissa non è rimovibile e va a sostituire un dente mancante o rovinato. Esistono vari tipi di protesi dentale fissa, in base alle esigenze del paziente. In alcuni casi si può scegliere di limare la superficie di un dente che non vogliamo devitalizzare per poi applicarci delle faccette. Se è necessaria la sostituzione di più denti contigui, si utilizza un ponte. La sostituzione di denti singoli avviene invece con l’inserimento nell’arcata di una protesi dentale fissa detta corona

La protesi mobile è invece rimovibile dal paziente nel corso delle pratiche di igiene quotidiana. La più comune è quella totale (la dentiera), ma esistono anche protesi dentali mobili parziali che si agganciano ai denti adiacenti.

Contattaci

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesta)

Telefono

Messaggio



Ho letto l’Informativa sulla privacy ed accetto il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento Europeo 2016/679
Acconsento all'invio di e-mail di tipo commerciale

Contattaci

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesta)

Telefono

Messaggio



Ho letto l’Informativa sulla privacy ed accetto il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento Europeo 2016/679
Acconsento all'invio di e-mail di tipo commerciale

Seguici sui social

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. Cookie policy